Gli esperti di Check Point Software Technology hanno scoperto e prontamente segnalato a Facebook una pericolosa falla nel sistema di sicurezza.

E’ stata definita “MaliciousChat” e consente di modificare o rimuovere qualsiasi messaggio, foto, file o link inviato in precedenza.

La vulnerabilità, spiega CheckPoint, può essere usata per manipolare la cronologia dei messaggi modificandola a discapito della vittima. Attraverso MaliciousChat è così possibile manomettere, alterare o nascondere informazioni importanti che possono avere ripercussioni legali soprattutto in quei Paesi in cui le chat sono ammesse come prova in indagini giudiziarie.

Inoltre, non va sottovalutata la possibilità di sfruttare la falla per diffondere malware, modificando un link o un file ‘pulito’ in uno dannoso e inducendo l’utente ad aprirlo.

Il problema, determinato da un errore di configurazione nell’App di Messenger su Android, è stato prontamente rimosso da Facebook a seguito della segnalazione.

Articoli recenti

La messa in rete di una fotografia precedentemente pubblicata, senza restrizioni, necessita sempre dell’autorizzazione del titolare del diritto d’autore

Articolo di Alessandro La Rosa Con sentenza del 7 agosto 2018 (C-161/17 – Land Nordrhein-Westfalen contro Dirk Renckhoff) la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è pronunciata, positivamente, sulla questione “se la messa in rete su un sito Internet di una fotografia precedentemente pubblicata,...
Categorie Giurisprudenza, Proprietà intellettuale Continua a leggere

Tribunale delle Imprese di Roma: la pubblicazione delle opere di Mediaset attraverso Dailymotion deve essere autorizzata

Articolo di Alessandro La Rosa Già lo scorso 22 febbraio, con provvedimento emesso inaudita altera parte, il Tribunale delle Imprese di Roma aveva ordinato a Dailymotion, video sharing platform francese controllata al 100% dal Gruppo Vivendi, di rimuovere immediatamente tutti i video estratti dal...
Categorie Giurisprudenza, Normativa, Proprietà intellettuale, Diritto europeo Continua a leggere