Con il parere positivo del Garante per la protezione dei dati personali al testo predisposto dal Ministero della Giustizia, si è dato il via libera al registro elettronico dei testamenti.

La trasmissione telematica dei dati e delle ultime volontà dei clienti, potrà essere effettuata dai notai, nonché dagli altri soggetti abilitati, compilando una apposita scheda – mediante firma digitale o firma elettronica qualificata – da presentare all’Ufficio centrale degli archivi notarili del Ministero della Giustizia, nel rispetto di stringenti regole volte a tutelare la privacy ed a garantire la piena validità dei testamenti e la loro segretezza fino alla morte degli interessati.

Si tratta di un intervento volto a dare piena attuazione alla Convenzione di Basilea e ciò anche al fine di facilitare la conoscenza e dunque l’efficacia delle disposizione testamentarie in ambito comunitario.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti

Cloud computing e copia privata: la sentenza della Corte di Giustizia UE. Illecita la riproduzione dell’operatore “attivo”

Articolo di Alessandro La Rosa Con l’attesissima sentenza pubblicata lo scorso 29 novembre, avente ad oggetto la causa promossa da VCAST Limited (Vcast) contro Reti Televisive Italiane s.p.a. (“RTI” – società del Gruppo Mediaset), la Corte di Giustizia UE (Causa C-265/16), ha chiarito che...
Categorie Commenti, Proprietà intellettuale, Homepage, Articoli Continua a leggere