Sei anni di carcere per aver tratto vantaggio economico direttamente o indirettamente da una collezione di link pubblicata a favore degli utenti. Gli intermediari che vengano giudicati responsabili di incoraggiare la pirateria rischiano di avere vita difficile in Spagna.

Fonte: www.punto-informatico.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti

Linking: l’autorizzazione iniziale alla pubblicazione dell’opera ritenuta necessaria dalla giurisprudenza europea

Articolo di Alessandro La Rosa Negli ultimi anni, in tema di diritto d’autore sono sorte interessanti problematiche anche con riferimento all’attività di “linking” tra diversi siti. Tralasciando la definizione tecnica, il link costituisce probabilmente l’elemento centrale della comunicazione online attraverso cui è possibile navigare...
Categorie Proprietà intellettuale, Approfondimenti, Homepage Continua a leggere