Sei anni di carcere per aver tratto vantaggio economico direttamente o indirettamente da una collezione di link pubblicata a favore degli utenti. Gli intermediari che vengano giudicati responsabili di incoraggiare la pirateria rischiano di avere vita difficile in Spagna.

Fonte: www.punto-informatico.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti