Nel 2013 è aumentato del 17% il valore dei prodotti e servizi acquistati da siti operanti in Italia, per un valore pari a 13,3 miliardi di euro. Il solo filone dell’e-commerce in mobilità, tramite smartphone e tablet, vale circa 2,6 miliardi. Queste cifre saranno presumibilmente soggette a crescita se si considera che i numeri italiani sono solo la metà di quelli francesi e molto più bassi di quelli del Regno Unito. Si tratta di dati provenienti dalla School of management del Politecnico di Milano in collaborazione con Netcomm e pubblicati dal quotidiano “Il Sole 24 Ore”. L’abbigliamento (14%) e i prodotti tecnologici (12%) sono i prodotti fisici più venduti, cui seguono l’editoria (3%) e il grocery.

Viaggi e pacchetti turistici si confermano i best seller dei servizi.

Articoli recenti

Tribunale delle Imprese di Roma: la pubblicazione delle opere di Mediaset attraverso Dailymotion deve essere autorizzata

Articolo di Alessandro La Rosa Già lo scorso 22 febbraio, con provvedimento emesso inaudita altera parte, il Tribunale delle Imprese di Roma aveva ordinato a Dailymotion, video sharing platform francese controllata al 100% dal Gruppo Vivendi, di rimuovere immediatamente tutti i video estratti dal...
Categorie Giurisprudenza, Normativa, Proprietà intellettuale, Diritto europeo Continua a leggere