L’Ufficio Centrale Antifrode Mezzi di Pagamento (UCAMP) del Dipartimento del Tesoro ha pubblicato il rapporto annuale sulle frodi con carta di pagamento, dal quale è emerso che il fenomeno è notevolmente diminuito rispetto alle statistiche degli anni precedenti.

Il valore delle frodi, da intendersi come quelle transazioni non riconosciute e quindi contestate dal proprietario della carta, passa dallo 0,0195% del 2013 allo 0,0189% del 2014 sul totale dei pagamenti genuini, un dato decisamente più basso rispetto ad altri paesi europei come ad esempio Francia e Regno Unito per i quali il valore si aggira intorno allo 0,7%.

Sul web, invece, il valore medio delle frodi è aumentato del 5% con una riduzione del valore medio delle singole transazioni passando da 177,00 a 151,00 euro.

Tuttavia, a tale diminuzione corrisponde un costante incremento delle transazioni web con bancomat e carte di credito, che aumentano del 12,9% in valore e del 15,4% in numero delle transazioni.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti