I fondatori del sito pirata di streaming più popolare della Svezia (swefilmer) rischiano di essere arrestati per violazione del copyright. Nel frattempo però, i ricavi maturati dalla vendita di spazi pubblicitari sono da capogiro: il sito ha distribuito illegalmente oltre 1.400 film, riuscendo a guadagnare dallo sfruttamento illecito delle opere protette dal copyright oltre 1,7 milioni di dollari in poco più di un anno. La fonte principale dei ricavi (circa 1,5 milioni di dollari) proviene dalla vendita di spazi pubblicitari, mentre le donazioni degli utenti hanno contribuito per circa 110.000 dollari. Lo Stato svedese ha già sequestrato i beni dei fondatori in attesa dell’esito del processo penale a carico dei due pirati milionari.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti

Linking: l’autorizzazione iniziale alla pubblicazione dell’opera ritenuta necessaria dalla giurisprudenza europea

Articolo di Alessandro La Rosa Negli ultimi anni, in tema di diritto d’autore sono sorte interessanti problematiche anche con riferimento all’attività di “linking” tra diversi siti. Tralasciando la definizione tecnica, il link costituisce probabilmente l’elemento centrale della comunicazione online attraverso cui è possibile navigare...
Categorie Proprietà intellettuale, Approfondimenti, Homepage Continua a leggere