E’ stata presentata oggi in Parlamento dal presidente Angelo Marcello Cardani la relazione annuale Agcom. Per quanto riguarda il settore delle comunicazioni, in Italia nel 2013, il settore delle comunicazioni ha rappresentato circa 4 punti percentuali del PIL. In particolare, il valore del macrosettore delle comunicazioni (comprensivo dei settori media, telecomunicazioni e servizi postali) per il 2013 è stimato in un importo pari a 56,1 miliardi di euro, cui corrisponde una perdita complessiva di 5,4 miliardi di euro in termini di fatturato rispetto al 2012. L’andamento dei ricavi, peraltro, mostra differenze anche all’interno dei singoli settori. Nel settore delle telecomunicazioni, sono ancora i servizi di rete mobile – analogamente allo scorso anno – a registrare la contrazione più elevata in termini di ricavi, un dato che è più dovuto a una diminuzione dei prezzi che a una contrazione dell’uso dei servizi, ma che conferma la contrazione dei ricavi complessivi. Il settore dei media, invece, sembra risentire dell’andamento negativo del mercato della pubblicità: i ricavi pubblicitari sono scesi complessivamente di circa il 7%. Per la prima volta anche il settore internet perde quasi 2,5 punti percentuali di ricavi da pubblicità. Dall’impatto di internet non sembra neppure esente il settore dei servizi postali, interessato da un certo grado di sviluppo del mercato del corriere espresso, dove si registra il maggior livello di concorrenza tra gli operatori, in correlazione con l’aumento delle spedizioni attivate dalle piattaforme di e-commerce. In definitiva, la relazione evidenzia come l’intera evoluzione del settore delle comunicazioni in Italia continui ad attraversare una fase di contrazione dei ricavi, apparentemente più marcata nei mercati delle telecomunicazioni e dell’editoria e meno sostenuta nei segmenti dei servizi postali e della televisione a pagamento.

fonte: agcom.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti

Linking: l’autorizzazione iniziale alla pubblicazione dell’opera ritenuta necessaria dalla giurisprudenza europea

Articolo di Alessandro La Rosa Negli ultimi anni, in tema di diritto d’autore sono sorte interessanti problematiche anche con riferimento all’attività di “linking” tra diversi siti. Tralasciando la definizione tecnica, il link costituisce probabilmente l’elemento centrale della comunicazione online attraverso cui è possibile navigare...
Categorie Proprietà intellettuale, Approfondimenti, Homepage Continua a leggere