La casella di posta elettronica rappresenta un “sistema informatico” protetto dall’art. 615-ter del codice penale e chiunque si introduce nelle e-mail altrui per visualizzarne i contenuti, commette un accesso abusivo di tale sistema informatico.

È quanto statuito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 1305/2016 che ha, inoltre, chiarito come la nozione di “sistema informatico” sia stata introdotta nel nostro ordinamento proprio al fine di  “di tutelare nuove forme di aggressione alla sfera personale, rese possibili dalla sviluppo della scienza”.

Pertanto, la casella di posta elettronica rappresenta uno spazio di memoria di un sistema informatico destinato alla memorizzazione di messaggi o dati di altra natura di un soggetto identificato da un account registrato presso un provider.

 

Articoli recenti

La messa in rete di una fotografia precedentemente pubblicata, senza restrizioni, necessita sempre dell’autorizzazione del titolare del diritto d’autore

Articolo di Alessandro La Rosa Con sentenza del 7 agosto 2018 (C-161/17 – Land Nordrhein-Westfalen contro Dirk Renckhoff) la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è pronunciata, positivamente, sulla questione “se la messa in rete su un sito Internet di una fotografia precedentemente pubblicata,...
Categorie Giurisprudenza, Proprietà intellettuale Continua a leggere

Tribunale delle Imprese di Roma: la pubblicazione delle opere di Mediaset attraverso Dailymotion deve essere autorizzata

Articolo di Alessandro La Rosa Già lo scorso 22 febbraio, con provvedimento emesso inaudita altera parte, il Tribunale delle Imprese di Roma aveva ordinato a Dailymotion, video sharing platform francese controllata al 100% dal Gruppo Vivendi, di rimuovere immediatamente tutti i video estratti dal...
Categorie Giurisprudenza, Normativa, Proprietà intellettuale, Diritto europeo Continua a leggere