Facendo leva sul DMCA (Digital Millennium Copyright Act) Netflix passa al pugno duro nella battaglia contro la pirateria.

Sono circa 71.861 le richieste di rimozione link inviate per la violazione di diritti d’autore di proprietà di Netflix e 70 mila le pagine web rimosse da Google collegate a contenuti video distribuiti attraverso piattaforme illegali di streaming che diffondevano stagioni intere (i cui diritti erano appunto di Netflix). Fra le protagoniste di questo “takedown”, le serie tv House of Cards, Sense8 e Narcos.

Sembra ormai superato il tempo in cui la compagnia di Los Gatos non considerava i torrent come una possibile minaccia ma, al contrario, un’occasione da sfruttare come veicolo pubblicitario per i suoi contenuti.

La nuova manovra antipirateria sembra ormai rendere molto difficile guardare le serie Netflix senza abbonamento.

Articoli recenti

Tribunale delle Imprese di Roma: la pubblicazione delle opere di Mediaset attraverso Dailymotion deve essere autorizzata

Articolo di Alessandro La Rosa Già lo scorso 22 febbraio, con provvedimento emesso inaudita altera parte, il Tribunale delle Imprese di Roma aveva ordinato a Dailymotion, video sharing platform francese controllata al 100% dal Gruppo Vivendi, di rimuovere immediatamente tutti i video estratti dal...
Categorie Giurisprudenza, Normativa, Proprietà intellettuale, Diritto europeo Continua a leggere