Tre fra le più note etichette discografiche russe (Music Russia, Universal Music Russia, and Warner Music UK) hanno fatto causa a V-Kontale il più noto social network russo per aver agevolato deliberatamente la pirateria su larga scala.

Ciò che mirano ad ottenere le etichette discografiche è un provvedimento che imponga al portale web di rimuovere il materiale illecito e condanni lo stesso ad un congruo risarcimento del danno.

Allo stesso tempo, le etichette discografiche auspicano che l’azione possa indurre V-Kontale ad implementare l’uso di tecnologie finalizzate a prevenire l’upload di materiale illecito.

Non è la prima volta che V-Kontale finisce sotto osservazione per violazioni di copyright: il social network viene infatti molto spesso utilizzato proprio per la condivisione e la distribuzione in streaming di materiale protetto dal diritto d’autore: film, software e soprattutto musica.

Lo scorso novembre anche il Tribunale di Roma aveva ordinato l’oscuramento del sito per illecita diffusione di materiale coperto da diritto d’autore.

 

 

Fonte: Arstechnica.com

Articoli recenti

Il Tribunale di Roma si pronuncia sulla responsabilità derivante dall’utilizzo di software in assenza di legittima licenza

Articolo di Silvia Perra Con pronuncia resa in data 8 gennaio 2020 dalla Sezione Specializzata in materia d’Impresa del Tribunale di Roma, i giudici sono tornati sull’annosa questione dell’utilizzo senza licenza di software d’altrui proprietà. La vicenda trae origine dal ricorso d’urgenza, depositato...
Categorie Proprietà intellettuale, Approfondimenti, Homepage Continua a leggere

Il Tribunale di Milano impone, in via cautelare, obblighi di “stay down” agli Hosting Provider in casi di pirateria online

Articolo di Riccardo Traina Chiarini La Sezione Specializzata del Tribunale di Milano è tornata a pronunciarsi, in via d’urgenza, sui servizi “IPTV” (Internet Protocol Television) illegali, con due ordinanze (di conferma dei rispettivi decreti già emessi inaudita altera parte, e che non sono state...
Categorie Proprietà intellettuale, Approfondimenti, Homepage Continua a leggere

Dopo il parere dell’Avvocato Generale, la decisione della Corte di Giustizia. La vendita di libri elettronici di seconda mano tramite un sito Internet costituisce comunicazione al pubblico soggetta all’autorizzazione dell’autore

Articolo di Silvia Perra Con la sentenza emessa in data 19 dicembre 2019 (C-263/18, raggiungibile a questo link), la Corte di Giustizia ha dichiarato che la fornitura al pubblico effettuata per il tramite di download di un libro elettronico per un uso permanente...
Categorie Proprietà intellettuale, Approfondimenti Continua a leggere