Il parlamento spagnolo ha approvato con 172 voti a favore, 144 contrari e 3 astensioni le modifiche alla legge sulla proprietà intellettuale.

Le sanzioni nei confronti dei siti pirata sono state inasprite andando a colpire anche i siti che ‘linkano’ a contenuti pirata e prevedendo multe da 150.000 a 600.000 euro e  la possibilità di obbligare gli inserzionisti ed i circuiti di pagamento ad interrompere i rapporti commerciali con questi.  Inoltre, nonostante le forti critiche, l’art. 32.2 della Ley de Propiedad Intelectual è stato modificato prevedendo  il pagamento di una compensazione economica per gli editori di quotidiani e siti web da parte delle imprese che gestiscono «aggregatori di notizie» linkando contenuti prodotti da terzi. Si tratta della c.d. Tasa Google Canon Aede (Associazione editori di giornali). Il Governo ha dichiarato che la riforma è solo parziale, preannunciando, entro un anno, ulteriori modiche al testo della legge.

Articoli recenti

Giudizio di confondibilità tra marchi simili: principio di effettività nell’utilizzo del marchio e rilevanza del livello di attenzione meno elevato tra il pubblico di riferimento

Articolo di Silvia Perra   Con decisione resa in data 19 settembre 2019 nel procedimento T-359/18 il Tribunale dell’Unione Europea è stato investito di una controversia avente ad oggetto il giudizio di confondibilità tra due marchi: , marchio registrato in Italia nella classe...
Categorie Proprietà intellettuale Continua a leggere

Le linee guida della Commissione Europea per l’implementazione dell’art. 17, paragrafo 4, della nuova Direttiva europea sul Copyright nel DSM (Direttiva 790/2019)

Articolo di Alessandro La Rosa Come noto, l’art. 17 della nuova direttiva sul copyright nel mercato unico digitale ha espressamente previsto che la Commissione europea, in cooperazione con gli Stati membri, organizzi dialoghi tra le parti interessate per discutere le migliori prassi per la...
Categorie Proprietà intellettuale Continua a leggere