Il parlamento spagnolo ha approvato con 172 voti a favore, 144 contrari e 3 astensioni le modifiche alla legge sulla proprietà intellettuale.

Le sanzioni nei confronti dei siti pirata sono state inasprite andando a colpire anche i siti che ‘linkano’ a contenuti pirata e prevedendo multe da 150.000 a 600.000 euro e  la possibilità di obbligare gli inserzionisti ed i circuiti di pagamento ad interrompere i rapporti commerciali con questi.  Inoltre, nonostante le forti critiche, l’art. 32.2 della Ley de Propiedad Intelectual è stato modificato prevedendo  il pagamento di una compensazione economica per gli editori di quotidiani e siti web da parte delle imprese che gestiscono «aggregatori di notizie» linkando contenuti prodotti da terzi. Si tratta della c.d. Tasa Google Canon Aede (Associazione editori di giornali). Il Governo ha dichiarato che la riforma è solo parziale, preannunciando, entro un anno, ulteriori modiche al testo della legge.

Articoli recenti

La messa in rete di una fotografia precedentemente pubblicata, senza restrizioni, necessita sempre dell’autorizzazione del titolare del diritto d’autore

Articolo di Alessandro La Rosa Con sentenza del 7 agosto 2018 (C-161/17 – Land Nordrhein-Westfalen contro Dirk Renckhoff) la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è pronunciata, positivamente, sulla questione “se la messa in rete su un sito Internet di una fotografia precedentemente pubblicata,...
Categorie Giurisprudenza, Proprietà intellettuale Continua a leggere

Tribunale delle Imprese di Roma: la pubblicazione delle opere di Mediaset attraverso Dailymotion deve essere autorizzata

Articolo di Alessandro La Rosa Già lo scorso 22 febbraio, con provvedimento emesso inaudita altera parte, il Tribunale delle Imprese di Roma aveva ordinato a Dailymotion, video sharing platform francese controllata al 100% dal Gruppo Vivendi, di rimuovere immediatamente tutti i video estratti dal...
Categorie Giurisprudenza, Normativa, Proprietà intellettuale, Diritto europeo Continua a leggere