In occasione della quarta edizione di Iab Events è stato presentato il Memorandum of Understanding realizzato in collaborazione tra Iab Italia (Interactive Advertising Bureau), Fpm (Federazione contro la Pirateria Musicale e Multimediale) e Fapav (Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali).

L’intento è quello di affiancare concretamente le istituzioni nella lotta alla pirateria online, contrastando l’inserzione pubblicitaria sulle piattaforme web. Ciò, attraverso un organismo paritetico di prossima realizzazione, cui i titolari dei diritti potranno segnalare le presunte violazioni, facendo scattare il meccanismo di comunicazione a concessionarie e investitori pubblicitari. L’obiettivo è impedire l’inserzione pubblicitaria sulle piattaforme web illegali per ostacolare lo sviluppo dei siti web che favoriscono lo scambio non autorizzato o la diffusione abusiva di contenuti protetti dal diritto d’autore.

All’evento ha partecipato anche il Commissario dell’AGCOM Francesco Posteraro, relatore del Regolamento per la tutela del diritto d’autore sulle reti di comunicazione elettronica, che ha dichiarato”[…]. Il Memorandum può rappresentare un punto di svolta nella lotta alla pirateria digitale, in quanto dare modo agli operatori pubblicitari di non allocare le loro inserzioni sui siti pirata equivale a privare questi ultimi della principale risorsa che alimenta il loro business criminale”.

 

 

Articoli recenti

Tribunale delle Imprese di Roma: la pubblicazione delle opere di Mediaset attraverso Dailymotion deve essere autorizzata

Articolo di Alessandro La Rosa Già lo scorso 22 febbraio, con provvedimento emesso inaudita altera parte, il Tribunale delle Imprese di Roma aveva ordinato a Dailymotion, video sharing platform francese controllata al 100% dal Gruppo Vivendi, di rimuovere immediatamente tutti i video estratti dal...
Categorie Giurisprudenza, Normativa, Proprietà intellettuale, Diritto europeo Continua a leggere