Il Garante pubblica il vademecum “Privacy e recupero crediti” nel tentativo di chiarire quali dati personali si possono trattare nell’ambito dell’attività di recupero crediti, come conservarli e quali sono i limiti del diritto alla riservatezza del debitore.

Il testo è suddiviso in otto sezioni, dai principi generali alle prassi ritenute illecite, all’esercizio dei diritti, indicando i documenti di riferimento.

La guida, che riporta anche i riferimenti ai principali provvedimenti dell’Autorità in materia, è finalizzata ad illustrare sinteticamente ed in modo semplice a quali principi devono ispirarsi coloro che svolgono attività di recupero del credito e le garanzie riconosciute al debitore.

Il vademecum può essere scaricato dal sito web dell’Autorità.

Articoli recenti

Tribunale delle Imprese di Roma: la pubblicazione delle opere di Mediaset attraverso Dailymotion deve essere autorizzata

Articolo di Alessandro La Rosa Già lo scorso 22 febbraio, con provvedimento emesso inaudita altera parte, il Tribunale delle Imprese di Roma aveva ordinato a Dailymotion, video sharing platform francese controllata al 100% dal Gruppo Vivendi, di rimuovere immediatamente tutti i video estratti dal...
Categorie Giurisprudenza, Normativa, Proprietà intellettuale, Diritto europeo Continua a leggere