Il professore di scienze informatiche dell’università della California, Amit Sahai, ha creato un algoritmo tecnicamente in grado di impedire la contraffazione di contenuti digitali.

L’algoritmo – molto più complesso di quelli utilizzati sino ad oggi – dovrebbe trasformare ogni riga del codice originale in una sorta di puzzle composto da stringhe del codice sorgente e codici falsi, una barriera impenetrabile per i pirati.

Il sistema progettato per esser applicato a film, MP3, password e persino firme digitali, risulta tuttavia allo stato non ancora pronto per esser commercializzato a causa proprio dell’eccessiva pesantezza e complessità del codice di offuscamento.

 

 

Fonte: Focus.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti