La Guardia di Finanza ha portato a termine un’importante operazione contro tredici siti pirata, tutti allocati su server stranieri, che offrivano giornali e riviste in modo del tutto illegale.
Il nucleo speciale frodi tecnologiche delle unità speciali della Guardia di Finanza ha reso noto come i migliaia di contatti quotidiani sui siti pirata generavano guadagni considerevoli per i gestori dei banner pubblicitari, ma nel contempo creavano una perdita enorme per gli editori.
Soddisfazione del presidente della Fieg (Federazione italiana degli editori) Giulio Anselmi, il quale ritiene l’operazione una conquista in tema di sensibilità e di impegno concreto volto alla tutela dei diritti d’autore.
Il crimine su internet non va in vacanza, quindi la caccia a nuovi siti pirata rimane aperta.

Fonte. www.ilsole24ore.it

Articoli recenti

Dopo il parere dell’Avvocato Generale, la decisione della Corte di Giustizia. La vendita di libri elettronici di seconda mano tramite un sito Internet costituisce comunicazione al pubblico soggetta all’autorizzazione dell’autore

Articolo di Silvia Perra Con la sentenza emessa in data 19 dicembre 2019 (C-263/18, raggiungibile a questo link), la Corte di Giustizia ha dichiarato che la fornitura al pubblico effettuata per il tramite di download di un libro elettronico per un uso permanente...
Categorie Proprietà intellettuale, Approfondimenti Continua a leggere