La Guardia di Finanza ha portato a termine un’importante operazione contro tredici siti pirata, tutti allocati su server stranieri, che offrivano giornali e riviste in modo del tutto illegale.
Il nucleo speciale frodi tecnologiche delle unità speciali della Guardia di Finanza ha reso noto come i migliaia di contatti quotidiani sui siti pirata generavano guadagni considerevoli per i gestori dei banner pubblicitari, ma nel contempo creavano una perdita enorme per gli editori.
Soddisfazione del presidente della Fieg (Federazione italiana degli editori) Giulio Anselmi, il quale ritiene l’operazione una conquista in tema di sensibilità e di impegno concreto volto alla tutela dei diritti d’autore.
Il crimine su internet non va in vacanza, quindi la caccia a nuovi siti pirata rimane aperta.

Fonte. www.ilsole24ore.it

Articoli recenti

Tribunale delle Imprese di Roma: la pubblicazione delle opere di Mediaset attraverso Dailymotion deve essere autorizzata

Articolo di Alessandro La Rosa Già lo scorso 22 febbraio, con provvedimento emesso inaudita altera parte, il Tribunale delle Imprese di Roma aveva ordinato a Dailymotion, video sharing platform francese controllata al 100% dal Gruppo Vivendi, di rimuovere immediatamente tutti i video estratti dal...
Categorie Giurisprudenza, Normativa, Proprietà intellettuale, Diritto europeo Continua a leggere