Il presidente FIEG (Federazione Italiana Editori Giornali) Maurizio Costa in un’intervista rilasciata a La Repubblica chiede che Google paghi le tasse in Italia per il fatturato che realizza nel nostro Paese; il gettito fiscale, secondo Costa, andrebbe investito nelle infrastrutture tecnologiche del Paese come la banda larga e il WiFi: “Chiediamo solo che paghi il giusto chi utilizza contenuti editoriali di proprietà di altri. È ora che questo gigante come qualsiasi aggregatore di notizie di Internet, riconosca il diritto d’autore per gli articoli, le foto, i video linkabili da Google News”.

Valutando l’andamento del mercato editoriale, nel 2000 le vendite di giornali  – in Italia –  erano pari a circa 6 milioni di copie al giorno, nel 2013 sono arrivati a 3,7. Contestualmente, pur essendo cresciuta l’informazione online, i ricavi delle società editoriali continuano a dipendere al 94% dal settore cartaceo.

Google ha diramato una nota dichiarando di aver ridistribuito attraverso il programma AdSense 9 miliardi di dollari agli editori di tutto il mondo, cifra che però non rappresenta il compenso per i contenuti utilizzati, ma ricavi relativi alle inserzioni pubblicitarie.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti

Cloud computing e copia privata: la sentenza della Corte di Giustizia UE. Illecita la riproduzione dell’operatore “attivo”

Articolo di Alessandro La Rosa Con l’attesissima sentenza pubblicata lo scorso 29 novembre, avente ad oggetto la causa promossa da VCAST Limited (Vcast) contro Reti Televisive Italiane s.p.a. (“RTI” – società del Gruppo Mediaset), la Corte di Giustizia UE (Causa C-265/16), ha chiarito che...
Categorie Commenti, Proprietà intellettuale, Homepage, Articoli Continua a leggere