Con la sentenza resa nella giornata di ieri, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha stabilito i presupposti necessari affinché l’attività di linking, posta in essere da un sito internet, possa definirsi lecita.

Il Giudice comunitario ha chiarito che la fornitura di collegamenti cliccabili verso opere tutelate potrà essere considerata lecita solamente nel caso in cui i link pubblicati rimandino ad opere rese liberamente accessibili in internet dai legittimi titolari.

Diversamente, nel caso in cui le opere in questione non siano “messe a disposizione” della massa degli utenti da chi ne detiene i diritti, l’attività di linking non potrà prescindere da una preventiva autorizzazione dei titolari.

 

 

Fonte: EUR-Lex.eu

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti

Cloud computing e copia privata: la sentenza della Corte di Giustizia UE. Illecita la riproduzione dell’operatore “attivo”

Articolo di Alessandro La Rosa Con l’attesissima sentenza pubblicata lo scorso 29 novembre, avente ad oggetto la causa promossa da VCAST Limited (Vcast) contro Reti Televisive Italiane s.p.a. (“RTI” – società del Gruppo Mediaset), la Corte di Giustizia UE (Causa C-265/16), ha chiarito che...
Categorie Commenti, Proprietà intellettuale, Homepage, Articoli Continua a leggere