Kickass Torrents, che con oltre 50 milioni di utenti al mese è stato per anni uno dei più noti siti di peer-to-peer, è stato chiuso all’esito di un’articolata indagine condotta negli Stati Uniti a carico del suo fondatore, Artem Vaulin, accusato di aver distribuito illegalmente materiale protetto da copyright. Per raccogliere le prove dell’illecito, gli investigatori si sono finti inserzionisti pubblicitari e sono riusciti ad individuare il conto corrente bancario su cui confluivano i proventi di tale attività illecita ed a rintracciarne il responsabile.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti

Cloud computing e copia privata: la sentenza della Corte di Giustizia UE. Illecita la riproduzione dell’operatore “attivo”

Articolo di Alessandro La Rosa Con l’attesissima sentenza pubblicata lo scorso 29 novembre, avente ad oggetto la causa promossa da VCAST Limited (Vcast) contro Reti Televisive Italiane s.p.a. (“RTI” – società del Gruppo Mediaset), la Corte di Giustizia UE (Causa C-265/16), ha chiarito che...
Categorie Commenti, Proprietà intellettuale, Homepage, Articoli Continua a leggere