La MPA (Motion Picture Association) rileva che l’Italia è il paese con il più alto numero di azioni dell’autorità giudiziaria e di ordinanze volte ad inibire siti web.
Dai risultati emerge infatti come siano 238 i domini che i provider hanno dovuto rendere irraggiungibili, contro i 41 siti inibiti in Danimarca, i 24 in Spagna e i 18 in Francia. Solo il Regno Unito si avvicina ai numeri dell’Italia contando 135 siti inibiti.
L’indagine svolta dalla MPA mostra quindi come, l’introduzione del Regolamento AGCOM, dalla sua entrata in vigore, nel 2013, ha ottenuto una grande risposta da parte delle istituzioni che operano nell’ambito della tutela del diritto d’autore e dell’industria, consolidando un meccanismo come quello italiano, che assicura la massima trasparenza procedurale.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti

Linking: l’autorizzazione iniziale alla pubblicazione dell’opera ritenuta necessaria dalla giurisprudenza europea

Articolo di Alessandro La Rosa Negli ultimi anni, in tema di diritto d’autore sono sorte interessanti problematiche anche con riferimento all’attività di “linking” tra diversi siti. Tralasciando la definizione tecnica, il link costituisce probabilmente l’elemento centrale della comunicazione online attraverso cui è possibile navigare...
Categorie Proprietà intellettuale, Approfondimenti, Homepage Continua a leggere