La MPA (Motion Picture Association) rileva che l’Italia è il paese con il più alto numero di azioni dell’autorità giudiziaria e di ordinanze volte ad inibire siti web.
Dai risultati emerge infatti come siano 238 i domini che i provider hanno dovuto rendere irraggiungibili, contro i 41 siti inibiti in Danimarca, i 24 in Spagna e i 18 in Francia. Solo il Regno Unito si avvicina ai numeri dell’Italia contando 135 siti inibiti.
L’indagine svolta dalla MPA mostra quindi come, l’introduzione del Regolamento AGCOM, dalla sua entrata in vigore, nel 2013, ha ottenuto una grande risposta da parte delle istituzioni che operano nell’ambito della tutela del diritto d’autore e dell’industria, consolidando un meccanismo come quello italiano, che assicura la massima trasparenza procedurale.

Articoli recenti

La messa in rete di una fotografia precedentemente pubblicata, senza restrizioni, necessita sempre dell’autorizzazione del titolare del diritto d’autore

Articolo di Alessandro La Rosa Con sentenza del 7 agosto 2018 (C-161/17 – Land Nordrhein-Westfalen contro Dirk Renckhoff) la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è pronunciata, positivamente, sulla questione “se la messa in rete su un sito Internet di una fotografia precedentemente pubblicata,...
Categorie Giurisprudenza, Proprietà intellettuale Continua a leggere

Tribunale delle Imprese di Roma: la pubblicazione delle opere di Mediaset attraverso Dailymotion deve essere autorizzata

Articolo di Alessandro La Rosa Già lo scorso 22 febbraio, con provvedimento emesso inaudita altera parte, il Tribunale delle Imprese di Roma aveva ordinato a Dailymotion, video sharing platform francese controllata al 100% dal Gruppo Vivendi, di rimuovere immediatamente tutti i video estratti dal...
Categorie Giurisprudenza, Normativa, Proprietà intellettuale, Diritto europeo Continua a leggere