Scade il 2 giugno il termine concesso dal Garante Privacy agli editori digitali per allinearsi con le nuove regole stabilite nell’ambito della gestione dei cookie, ovvero approntare sull’home page un’informativa che avvisi i visitatori dell’eventuale utilizzo degli stessi, chiedendone inoltre l’autorizzazione a tenerli attivi durante la navigazione.
L’intervento del Garante in materia risulta estremamente importante in quanto gli apparentemente innocui cookie possono catturare una serie di informazioni sulle modalità di navigazione che consentono di costruire un vero e proprio profilo dell’utente da utilizzare a fini pubblicitari.
Secondo un’indagine svolta a metà aprile solo l’8% dei 2.500 siti monitorati risultava allineato con la nuova disciplina prevista in materia di cookie. D’altra parte le sanzioni previste per chi non regolarizzerà i propri siti entro la data stabilita vanno dai 6mila ai 36mila euro per chi omette l’informativa o la fornisce incompleta; da 10mila a 120mila euro per chi continuerà ad usare i cookie senza aver previamente ottenuto il consenso degli utenti.

Articoli recenti

Tribunale delle Imprese di Roma: la pubblicazione delle opere di Mediaset attraverso Dailymotion deve essere autorizzata

Articolo di Alessandro La Rosa Già lo scorso 22 febbraio, con provvedimento emesso inaudita altera parte, il Tribunale delle Imprese di Roma aveva ordinato a Dailymotion, video sharing platform francese controllata al 100% dal Gruppo Vivendi, di rimuovere immediatamente tutti i video estratti dal...
Categorie Giurisprudenza, Normativa, Proprietà intellettuale, Diritto europeo Continua a leggere