Françoise Castex, vice-presidente della Commissione Giuridica del Parlamento Europeo, ha presentato alla Commissione il Rapporto sulla copia privata, frutto di un lavoro volto a modernizzare e implementare in maniera sostenibile il sistema di riscossione del compenso per copia privata in relazione a modelli di consumo delle opere dell’ingegno.

La relazione individua gli elementi di cui occorre tener conto nell’adeguamento dell’attuale sistema proponendo, in primo luogo e in considerazione dell’evolversi della tecnologia, l’aggiornamento della lista di “device” ai quali applicare la royalty.

La SIAE unitamente alle altre associazioni degli autori e degli interpreti ed esecutori europee hanno espresso in un comunicato congiunto la loro approvazione per il lavoro svolto.

 

 

Fonte: SIAE.it

Articoli recenti

Tribunale delle Imprese di Roma: la pubblicazione delle opere di Mediaset attraverso Dailymotion deve essere autorizzata

Articolo di Alessandro La Rosa Già lo scorso 22 febbraio, con provvedimento emesso inaudita altera parte, il Tribunale delle Imprese di Roma aveva ordinato a Dailymotion, video sharing platform francese controllata al 100% dal Gruppo Vivendi, di rimuovere immediatamente tutti i video estratti dal...
Categorie Giurisprudenza, Normativa, Proprietà intellettuale, Diritto europeo Continua a leggere