Françoise Castex, vice-presidente della Commissione Giuridica del Parlamento Europeo, ha presentato alla Commissione il Rapporto sulla copia privata, frutto di un lavoro volto a modernizzare e implementare in maniera sostenibile il sistema di riscossione del compenso per copia privata in relazione a modelli di consumo delle opere dell’ingegno.

La relazione individua gli elementi di cui occorre tener conto nell’adeguamento dell’attuale sistema proponendo, in primo luogo e in considerazione dell’evolversi della tecnologia, l’aggiornamento della lista di “device” ai quali applicare la royalty.

La SIAE unitamente alle altre associazioni degli autori e degli interpreti ed esecutori europee hanno espresso in un comunicato congiunto la loro approvazione per il lavoro svolto.

 

 

Fonte: SIAE.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti