Wind e Ericsson potranno monitorare  i lavoratori attraverso un’ apposita App di geolocalizzazione.

L’App installata sui telefoni cellulari dei dipendenti consentirà alle aziende di ottimizzare l’impiego delle risorse presenti sul territorio e migliorare la gestione, il coordinamento e la tempestività degli interventi tecnici.

Il via libera è giunto dal Garante della Privacy che ha tuttavia stabilito che le due società telefoniche potranno utilizzare i dati di localizzazione dei lavoratori a patto che “adottino adeguate cautele a protezione della loro vita privata”. Wind ed Ericsson si sono impegnate a trovare un accordo sul punto con i sindacati.

Articoli recenti

Pubblicazione in rete di opera fotografica a fini didattici e scopo di lucro: il parere dell’Avvocato Generale UE

Articolo di Alessandro La Rosa Non costituisce un atto di messa a disposizione del pubblico l’inserimento nel sito Internet di un istituto scolastico, senza fini lucrativi e con la citazione della fonte, di un lavoro didattico che include un’immagine fotografica alla quale qualsiasi internauta...
Categorie Giurisprudenza Corte di Giustizia, Proprietà intellettuale, Diritto europeo Continua a leggere