Dal Consiglio Europeo arriva la notizia dell’avvenuta ratifica formale della direttiva europea sulla Sicurezza delle Reti e dell’Informazione (“SRI”).

La ratifica da parte del Consiglio Europeo precede la seconda lettura che dovrà avvenire per opera del Parlamento europeo, prima della successiva pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

Vari e ambiziosi gli obiettivi che l’Unione Europea si prefigge con l’emanazione di questa direttiva: in primo luogo, imporre nuovi obblighi di sicurezza per operatori e aziende di rete nel campo dell’energia, dei trasporti, dell’assistenza sanitaria e della finanza, permettendo l’identificazione-da parte degli Stati membri- di tali operatori “fornitori di servizi essenziali” che avranno obblighi e supervisione più stringenti rispetto a quelli attuali.

In secondo luogo, la creazione in ogni Stato membro di una o più autorità nazionali competenti in materia, onde elaborare una strategia idonea ad affrontare le insidie della cd. cyber-security.

La direttiva dovrebbe entrare in vigore nell’agosto 2016.

Articoli recenti

Tribunale delle Imprese di Roma: la pubblicazione delle opere di Mediaset attraverso Dailymotion deve essere autorizzata

Articolo di Alessandro La Rosa Già lo scorso 22 febbraio, con provvedimento emesso inaudita altera parte, il Tribunale delle Imprese di Roma aveva ordinato a Dailymotion, video sharing platform francese controllata al 100% dal Gruppo Vivendi, di rimuovere immediatamente tutti i video estratti dal...
Categorie Giurisprudenza, Normativa, Proprietà intellettuale, Diritto europeo Continua a leggere