“Migliorare la qualità non è anti-concorrenziale” questo il titolo del post pubblicato sul blog ufficiale da Kant Walker, Senior Vice President e General Counsel Google, in risposta alle accuse formulate dall’Antitrust UE lo scorso aprile.

La difesa del colosso del web è netta e contesta l’accusa di deviare il traffico da altri servizi di shopping comparativo che non siano Google Shopping, sottolineando che “dati economici rilevati su un arco temporale di oltre un decennio, ampia documentazione e le dichiarazioni dei ricorrenti confermano che il settore della ricerca di prodotti online è altamente competitivo.”

Google conclude, quindi, contestando la fondatezza delle accuse dell’Antitrust sia in relazione ai fatti che da un punto di vista legale ed economico.

La risposta di Mountain View alla Commissione Europea ha anticipato le attese (la scadenza era il prossimo 30 agosto). A questo punto si attende la replica di Bruxelles: si aprirà un dialogo o si arriverà al muro contro muro?

Articoli recenti

Pubblicazione in rete di opera fotografica a fini didattici e scopo di lucro: il parere dell’Avvocato Generale UE

Articolo di Alessandro La Rosa Non costituisce un atto di messa a disposizione del pubblico l’inserimento nel sito Internet di un istituto scolastico, senza fini lucrativi e con la citazione della fonte, di un lavoro didattico che include un’immagine fotografica alla quale qualsiasi internauta...
Categorie Giurisprudenza Corte di Giustizia, Proprietà intellettuale, Diritto europeo Continua a leggere