Nell’eterno scontro tra titolari di diritto d’autore e Internet Service Provider, due recentissime sentenze della Bundesgerichtshof, l’equivalente tedesco della nostra Corte di Cassazione hanno ammesso la possibilità di imporre ai fornitori di connettività l’attuazione di filtri sulla rete mirati a ridurre o comunque scoraggiare la pirateria. I casi vedono rispettivamente coinvolti la GEMA (la società di gestione collettiva dei diritti d’autore tedesca) contro Deutsche Telekom da un lato e  le principali major discografiche (Music, Sony e Warner Music Group) contro O2 Deutschland.

Il Giudice di ultima istanza tedesco basandosi sulla recente e conosciuta sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea “Telekabel” ha ammesso l’obbligo di creazione di filtri agli ISP previa dimostrazione che i detentori dei diritti d’autore abbiano fatto tutto il possibile per identificare i responsabili delle violazioni e portarli dinnanzi alle autorità competenti.

 

Articoli recenti

Tribunale delle Imprese di Roma: la pubblicazione delle opere di Mediaset attraverso Dailymotion deve essere autorizzata

Articolo di Alessandro La Rosa Già lo scorso 22 febbraio, con provvedimento emesso inaudita altera parte, il Tribunale delle Imprese di Roma aveva ordinato a Dailymotion, video sharing platform francese controllata al 100% dal Gruppo Vivendi, di rimuovere immediatamente tutti i video estratti dal...
Categorie Giurisprudenza, Normativa, Proprietà intellettuale, Diritto europeo Continua a leggere