Il GEC 2015 (Global Entrepreneurship Congress), inaugurato a Milano il 17 marzo, ha riunito le migliori start up a livello mondiale, promuovendo lo sviluppo di servizi innovativi e delle nuove tecnologie di rete. Dai dati raccolti con la collaborazione del Ministero dello Sviluppo Economico, emerge la crescita nel nostro paese del fenomeno delle start up innovative con un incremento del 120% nell’ultimo anno, e con 118 milioni di euro investiti da investitori istituzionali, business angel, family office e venture incubator.

Il settore preferito dagli investitori rimane quello dell’ICT (Information and Communications Technology) con il 74% dei finanziamenti raccolti, seguito dal comparto Life Science e da quello della Cleantech and Energy. Il profilo dello start upper italiano tracciato durante l’evento, evidenzia come la maggior parte dei founder siano uomini intorno ai 30 anni, laureati, con una formazione manageriale e un background tecnico.

.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti

Cloud computing e copia privata: la sentenza della Corte di Giustizia UE. Illecita la riproduzione dell’operatore “attivo”

Articolo di Alessandro La Rosa Con l’attesissima sentenza pubblicata lo scorso 29 novembre, avente ad oggetto la causa promossa da VCAST Limited (Vcast) contro Reti Televisive Italiane s.p.a. (“RTI” – società del Gruppo Mediaset), la Corte di Giustizia UE (Causa C-265/16), ha chiarito che...
Categorie Commenti, Proprietà intellettuale, Homepage, Articoli Continua a leggere