La polemica nasce da un video pubblicato dall’artista sul proprio profilo avente ad oggetto le immagini del concerto che ha chiuso il tour del cantante, tenutosi a Padova nel luglio scorso.

Il video sarebbe stato censurato da Facebook perché ritraente “scene di nudo”, ossia il topless di una fan durante il concerto.

Dopo aver bacchettato il social network per il gesto ritenuto “non osceno ma liberatorio e di gioia”, Vasco Rossi si è scusato dichiarando che non aveva alcuna “intenzione di violare la policy del social” e ripubblicando il video nella versione “topless censurato”, così oscurando le immagini “incriminate”.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti

Cloud computing e copia privata: la sentenza della Corte di Giustizia UE. Illecita la riproduzione dell’operatore “attivo”

Articolo di Alessandro La Rosa Con l’attesissima sentenza pubblicata lo scorso 29 novembre, avente ad oggetto la causa promossa da VCAST Limited (Vcast) contro Reti Televisive Italiane s.p.a. (“RTI” – società del Gruppo Mediaset), la Corte di Giustizia UE (Causa C-265/16), ha chiarito che...
Categorie Commenti, Proprietà intellettuale, Homepage, Articoli Continua a leggere