Nei giorni scorsi il Reuters Institute for the Study of Journalism ha diffuso l’edizione 2014 del Digital News Report; secondo il Report il 39%, degli utenti dei Paesi presi in esame (Germania, Francia, Italia, Spagna, Brasile, Giappone, Danimarca, Finlandia, Stati Uniti e Regno Unito) utilizza due o più dispositivi a settimana (nel 2012 erano il 33%) per seguire le varie testate d’informazione; Facebook si conferma la prima piattaforma per la condivisione delle notizie internazionali, mentre Twitter è decisamente meno utilizzato nella maggior parte dei Paesi europei, Italia inclusa.

Da notare, tra l’altro, che in Italia la Tv resta la fonte primaria delle news: 55% contro il 26% del web, il 12% della carta stampata e il 6% della radio.

Infine, si segnala che complessivamente le vendite dei quotidiani sono rimaste al livello dell’anno precedente, mentre, pur essendo cresciuti gli esperimenti di news on line a pagamento, nel complesso dei 10 Paesi esaminati, sono ancora poche in assoluto le persone disposte a pagare per l’accesso alle news online.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti

Cloud computing e copia privata: la sentenza della Corte di Giustizia UE. Illecita la riproduzione dell’operatore “attivo”

Articolo di Alessandro La Rosa Con l’attesissima sentenza pubblicata lo scorso 29 novembre, avente ad oggetto la causa promossa da VCAST Limited (Vcast) contro Reti Televisive Italiane s.p.a. (“RTI” – società del Gruppo Mediaset), la Corte di Giustizia UE (Causa C-265/16), ha chiarito che...
Categorie Commenti, Proprietà intellettuale, Homepage, Articoli Continua a leggere