I colossi multimediali, Google, Facebook e Amazon generano utili in Italia ma pagano le Tasse all’estero e questa – a Fedele Confalonieri – «sembra una forma di neocolonialismo».

Proprio per tale motivo, secondo il presidente di Mediaset, l’obiettivo della web tax «era giusto: colpire forme moderne ma non per questo meno odiose di evasione».

Intervenendo poi a difesa del Regolamento emanato da AGCOM a tutela del diritto d’autore, Confalonieri ha aggiunto che la difesa della libertà della rete è un valore importante ma ciò non è sufficiente ad ignorare le serie minacce rivolte ai modelli di business di quelle aziende e di quegli operatori (autori, registi, produttori) che – soprattutto in Italia – si basano su due pilastri «il diritto d’autore e le esclusive sui contenuti».

 

 

Fonte: ANSA.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti