Proposta di Regolamento del PE e del Consiglio che garantisce la portabilità transfrontaliera dei servizi di contenuti online nel mercato interno – COM (2015) 627 del 9.12.2015

Il Regolamento è stato pubblicato nella GU dell’UE del 30 giugno 2017, è entrato in vigore il 20 luglio u.s. e si applicherà a decorrere dal 20 marzo 2018.

Il testo è incentrato sul doppio principio della residenza stabile e della residenza temporanea dell’utente, a fronte del quale il provider avrebbe un vero e proprio obbligo di rendere possibile la portabilità dei contenuti (film, musica, eventi sportivi, e-book, e articoli di stampa) agli acquirenti, ciò per garantire a questi ultimi di poter fruire dei propri abbonamenti anche in fase di mobilità da uno Stato Membro all’altro dell’Unione. L’obbligo imposto non sembra coinvolgere le modalità di negoziazione delle licenze tra detentori dei diritti e terzi (ad es. le emittenti televisive o i fornitori di servizi audiovisivi su internet a livello nazionale) che, pertanto, potranno continuare ad essere rilasciate anche su base territoriale. (http://www.dimt.it/index.php/it/notizie/16110-digital-single-market-quali-riforme-per-il-diritto-d-autore)

http://eur-lex.europa.eu/procedure/IT/2015_284?qid=1501669423132&rid=1

Articoli recenti

Giudizio di confondibilità tra marchi simili: principio di effettività nell’utilizzo del marchio e rilevanza del livello di attenzione meno elevato tra il pubblico di riferimento

Articolo di Silvia Perra   Con decisione resa in data 19 settembre 2019 nel procedimento T-359/18 il Tribunale dell’Unione Europea è stato investito di una controversia avente ad oggetto il giudizio di confondibilità tra due marchi: , marchio registrato in Italia nella classe...
Categorie Proprietà intellettuale Continua a leggere

Le linee guida della Commissione Europea per l’implementazione dell’art. 17, paragrafo 4, della nuova Direttiva europea sul Copyright nel DSM (Direttiva 790/2019)

Articolo di Alessandro La Rosa Come noto, l’art. 17 della nuova direttiva sul copyright nel mercato unico digitale ha espressamente previsto che la Commissione europea, in cooperazione con gli Stati membri, organizzi dialoghi tra le parti interessate per discutere le migliori prassi per la...
Categorie Proprietà intellettuale Continua a leggere