Proposta di Regolamento del PE e del Consiglio che garantisce la portabilità transfrontaliera dei servizi di contenuti online nel mercato interno – COM (2015) 627 del 9.12.2015

Il Regolamento è stato pubblicato nella GU dell’UE del 30 giugno 2017, è entrato in vigore il 20 luglio u.s. e si applicherà a decorrere dal 20 marzo 2018.

Il testo è incentrato sul doppio principio della residenza stabile e della residenza temporanea dell’utente, a fronte del quale il provider avrebbe un vero e proprio obbligo di rendere possibile la portabilità dei contenuti (film, musica, eventi sportivi, e-book, e articoli di stampa) agli acquirenti, ciò per garantire a questi ultimi di poter fruire dei propri abbonamenti anche in fase di mobilità da uno Stato Membro all’altro dell’Unione. L’obbligo imposto non sembra coinvolgere le modalità di negoziazione delle licenze tra detentori dei diritti e terzi (ad es. le emittenti televisive o i fornitori di servizi audiovisivi su internet a livello nazionale) che, pertanto, potranno continuare ad essere rilasciate anche su base territoriale. (http://www.dimt.it/index.php/it/notizie/16110-digital-single-market-quali-riforme-per-il-diritto-d-autore)

http://eur-lex.europa.eu/procedure/IT/2015_284?qid=1501669423132&rid=1

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti