Il fatto di fornire collegamenti cliccabili verso opere tutelate deve essere qualificato come “messa a disposizione” e, di conseguenza, come “atto di comunicazione”. Quest’ultimo, se compiuto dal gestore di un sito Internet tramite i collegamenti cliccabili, è diretto a tutti gli utilizzatori potenziali del sito gestito da tale soggetto, vale a dire un numero indeterminato e quindi ad un pubblico “nuovo”.

C-466/12 del 13.2.2014

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Articoli recenti